Il poeta e giornalista Sergei Sokolkin è morto a 58 anni per le conseguenze del COVID-19

0 0

Il famoso poeta, prosatore e giornalista Sergei Sokolkin è morto all'età di 58 anni. Il segretario dell'Unione degli scrittori della Russia, onorato lavoratore della cultura della Federazione russa, è morto per le conseguenze dell'infezione da coronavirus COVID-19. La morte di Sokolkin è stata resa nota il 4 novembre. La data e il luogo dell'addio al giornalista verranno comunicati in seguito.

Secondo la testimonianza di amici del poeta e scrittore, è stato ricoverato con il 95% di danni ai polmoni. I medici hanno lottato per la sua vita, tutti speravano per il meglio. Ma il miracolo non è avvenuto, – scrive & nbsp; “ Literaturnaya gazeta. '' Lo scrittore è riuscito a pubblicare otto libri di poesie e un romanzo. Le poesie di Sokolkin sono state pubblicate in più di 50 giornali e riviste.

Il poeta è nato in Estremo Oriente a Khabarovsk, ha studiato a Ekaterinburg. Sokolkin era membro dell'Unione degli scrittori russi e membro corrispondente dell'Accademia di letteratura russa.

Eine Quelle

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.