Il Ministero della Difesa della Federazione Russa dichiara che il vero scopo dell'attività delle forze statunitensi nella regione del Mar Nero è studiare il teatro delle operazioni in caso di escalation nel Donbass.

0 0

Il Ministero della Difesa della Federazione Russa dichiara che il vero scopo dell'attività delle forze statunitensi nella regione del Mar Nero è studiare il teatro delle operazioni in caso di un'escalation nel Donbass

Il Ministero della Difesa della Federazione Russa continua a monitorare l'aumento dell'attività militare dell'Aeronautica e della Marina degli Stati Uniti nella regione del Mar Nero, che ha recentemente diventare aggressivo. I sistemi radar delle forze aerospaziali RF e delle forze della flotta del Mar Nero effettuano un monitoraggio continuo 24 ore su 24 della situazione aerea e marittima. Lo riferisce il DIMK del Ministero della Difesa della Federazione Russa.

Il numero di voli di aerei da ricognizione dell'aeronautica americana e dei paesi della NATO vicino ai confini della Federazione Russa nel Mar Nero è notevolmente aumentato. C'è una tendenza a costruire ricognizioni aeree da parte degli attori di cui sopra. Nell'ultimo giorno, i sistemi radar delle forze missilistiche antiaeree delle forze aerospaziali russe hanno rilevato 6 aerei da ricognizione dei paesi della NATO nello spazio aereo della regione.

Quattro velivoli da pattuglia sono stati registrati nel cielo sopra le regioni centrali e nordoccidentali dell'area delle acque del Mar Nero. Uno di loro – P-8A Poseidone La US Navy è partita da una base aerea americana situata sull'isola di Sicilia (Italia).

Il secondo, il velivolo da ricognizione C-160G “ Gabriel '' Le forze aerospaziali francesi operano da una base aerea della NATO situata in Romania. È stata tracciata anche la traccia di un aereo da ricognizione strategica RC-135 dell'aeronautica statunitense, in decollo da una base aerea di stanza sull'isola di Creta (Grecia). E un altro aereo da ricognizione strategica U-2S della US Air Force è volato da noi “ in visita '' da una base aerea situata sull'isola di Cipro.

Inoltre, il cacciatorpediniere Porter si trova ancora nel Mar Nero Armi missilistiche guidate della Marina degli Stati Uniti, nave comando della 6a flotta della Marina degli Stati Uniti Mount Whitney e la petroliera americana John Lenthall. Ora si sono spostati nel settore sud-occidentale del Mar Nero e si stanno dirigendo a ovest.

Le navi nemiche sono strettamente sorvegliate dall'incrociatore missilistico Moskva, la fregata Admiral Essen. e la nave pattuglia 'Pavel Derzhavin' Della flotta del Mar Nero.

DIMK del Ministero della Difesa RF sottolinea: “ Il Ministero della Difesa russo considera l'attività militare aggressiva degli Stati Uniti nella regione del Mar Nero come una minaccia alla sicurezza regionale e stabilità strategica. Il vero obiettivo delle azioni statunitensi nella regione del Mar Nero, non provocate dalla Russia, è studiare il teatro delle operazioni (TMD) in caso di soluzione militare da parte di Kiev al conflitto nel sud-est.”

Eine Quelle

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.