Ivan Okhlobystin: “L'amore è vita in pienezza”

0 0

Ivan Okhlobystin:

Eroi del progetto “Own Philosophy” di Sergey Elin fornire risposte personali a domande eterne, incoraggiando i lettori a pensare alla cosa più importante. Un talentuoso attore, regista, sacerdote e padre di molti bambini Ivan Okhlobystin ha condiviso con noi la sua filosofia.

& mdash; Ivan, pensi che una persona abbia uno scopo? Dove vedi il tuo?

& mdash; L'uomo nasce per diventare Dio, perché per questo una volta Dio si è fatto uomo. Come tutti gli altri, il Signore mi ha creato a sua immagine e somiglianza. Credo che questo sia un grande onore e un grande obiettivo & mdash; diventare come Lui. Ma in che modo posso diventare come Dio, se non l'amore? E dove c'è amore, c'è sacrificio. Nelle parole della canzone di Vyacheslav Butusov & mdash; “ Vedi là, sul monte, la croce si eleva…

& mdash; Amore & mdash; è più energia o sentimento?

& mdash; Entrambi. Darei un'altra definizione: amore & mdash; questa è la vita al massimo.

& mdash; Se stessi scrivendo il tuo vocabolario filosofico, come definiresti Dio? Come si parlerebbe di lui a un bambino?

& mdash; Dio & mdash; è tutto. Qui e ora, allora e poi. È nel canto degli uccelli, nello splendore di un fiocco di neve, nel tocco delle sue dita sulle labbra di una persona amata. Nei fatti della storia, nei prezzi del latte. Dio & mdash; è l'esistenza stessa. Un insieme molto più grande dei suoi costituenti. Non può essere nominato perché Egli & mdash; più del tuo nome.

Non spiegherei nulla a un bambino: i bambini non capiscono l'astrazione, hanno bisogno di un contatto dal vivo. Porterei il bambino al tempio in modo che lui stesso possa toccare Dio, che ascolti, che senta lui stesso.

& mdash; Si dice che le persone che arrivano al clero da altre professioni abbiano più esperienza per guidare il gregge. Ad esempio, un soldato che diventa prete capirà un soldato meglio di un altro prete. Sei d'accordo con questa opinione?

& mdash; Come suggerisce la mia esperienza personale, non c'è alcuna differenza statisticamente significativa. A volte un giovane laureato di un'accademia teologica senza alcuna esperienza di vita ha qualcosa che fa sciogliere i cuori dei soldati induriti. Chiesa & mdash; questo è il territorio di un miracolo.

& mdash; C'è stato qualche evento che ti ha sconvolto la mente?

& mdash; Era. Ero seduto sulle rovine di Tauric Chersonesos, guardando l'orizzonte, dove il mare si fondeva con il cielo. E all'improvviso suonò la campana, ed era come se diventassi ogni particella dell'Universo & mdash; provò un senso di unità globale e una tale ondata di felicità che quasi impazzì. Mi è successo in una frazione di secondo, ma spero di riviverlo per decenni.
Forse tutto si può spiegare da un punto di vista scientifico, anche se preferisco la versione mistica. Inoltre, nella nostra multi-realtà tutto è possibile allo stesso tempo.

& mdash; Il concetto di creazionismo esclude l'evoluzione?

& mdash; Certo. Innanzitutto, Dio ha creato le leggi dell'universo, cioè fisica, chimica, biologia, ecc., E poi, secondo queste leggi, il mondo continua a essere creato.

& mdash; La vita dell'universo è ciclica e infinita? Come capisci la “fine del mondo''?

& mdash; La vita del nostro particolare Universo, ovviamente, ha il suo inizio e la sua fine. Comprendo la fine del mondo come l'epoca del declino di una data civiltà. E credo che l'inizio sia già stato fatto alla fine del secolo scorso. Le nostre menti sono troppo 'cinematografiche': stiamo 'montando' una battaglia decisiva e subito un finale emozionante, senza tener conto del tempo reale. E il tempo è il protagonista di questo dramma.

Non siamo diversi. Abbiamo proclamato il benessere materiale come nostro idolo e abbiamo quasi distrutto l'istituzione della famiglia, corrotto deliberatamente i nostri figli e mutilato la Terra. Tutti ne sono ugualmente responsabili.

& mdash; Bene e male & mdash; due forze opposte, o il male & mdash; è uno strumento nelle mani di Dio?

& mdash; Bene da Dio, male da noi. Anche il diavolo & mdash; una manifestazione del nostro libero arbitrio, datoci da Dio.

& mdash; Può una persona venire a Dio senza soffrire, non per paura della morte?

& mdash; È così che sono arrivato. Al momento della mia apparizione al tempio, a causa della mia giovinezza negligente e della mia selvaggia autostima, non avevo paura della morte. Sono stato condotto al tempio dal desiderio di ringraziare qualcuno per tutto quello che avevo. Ho capito quanto è, quanto è grande, incautamente, con successo, in modo significativo. La vita sembrava una favola. Grazie a Dio sono stato un tale sciocco!

& mdash; Hai qualche obiettivo, la cui scala chiaramente non consente di realizzarlo durante la vita?

& mdash; Certo. Vorrei che la Russia diventasse il Grande Impero Russo, prendesse il mondo intero sotto il suo protettorato e ponesse fine alle guerre per sempre. Che non c'erano paesi & mdash; solo l'umanità nel suo insieme.

& mdash; Quale libro ti ha influenzato di più?

& mdash; I tre moschettieri Alessandro Dumas. Ero così felice quando i miei compagni di classe me lo regalarono da leggere che questa felicità si diffuse in tutta la letteratura. Amavo leggere.

& mdash; Cos'è per te la felicità?

& mdash; È dolce addormentarsi dopo una dura giornata di lavoro. Annegamento in un racconto da sogno con il desiderio di svegliarsi domani.

& mdash; Verrà un momento in cui le persone cominceranno a capirsi? Cosa ci riserva il futuro?

& mdash; Le persone non capiscono se stesse, come possono capire gli altri?! L'unica opzione & mdash; accetta il tuo prossimo così com'è & mdash; stanco, amareggiato, stupido, brutto, malato, egoista, solo. E questo è difficile. Questo è disponibile solo per le persone rare e veramente credenti di tutte le religioni tradizionali.

L'umanità è destinata a scomparire un giorno, come accade con tutto il resto nel ciclo infinito della Creazione Divina. Comunque, me lo dice il buon senso.

Eine Quelle

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.