L'accademico Pyotr Chumakov ha spiegato come affrontare i nuovi ceppi di coronavirus

0 0

Con il progredire della pandemia, compaiono sempre più ceppi di coronavirus, come riportato da un dipendente di l'Istituto Engelhardt di Biologia Molecolare, Dottore in Scienze Biologiche, Membro Corrispondente dell'Accademia Russa delle Scienze Pyotr Chumakov, confermando le parole di Vladimir Putin sulla possibilità di nuovi ceppi di COVID-19.

Covid-19 va avanti da tanto tempo solo perché non esiste un'immunità collettiva, per cui c'è sempre uno strato piuttosto vulnerabile della popolazione. Il virus circola e cambia, in esso avvengono mutazioni, che lo rendono ancora più pericoloso. Di conseguenza, sorgono opzioni così terribili come lo è ora il ceppo delta. È molto probabile che appaiano nuove varianti virali. L'esperto ritiene che sia necessario combatterlo vaccinando la popolazione.

Chumakov è convinto che i vaccini non siano dannosi.

Lo Stato, in sua opinione, non potrebbe essere interessato a ridurre la popolazione & ndash; dobbiamo salvare. “Se i professionisti dicono che la situazione è grave, bisogna ascoltare, tanto più, questo è quello che dice il presidente, '' & ndash; ha sottolineato l'accademico in un'intervista a Radio 1.

I vaccini esistenti sono attualmente sufficienti per sconfiggere la pandemia, e Sputnik può essere considerato uno strumento collaudato a parere di un esperto. Il virus non scomparirà per sempre, quindi sarà necessario creare varianti di vaccini, che, secondo Chumakov, verranno utilizzate sullo sfondo dell'emergere di nuove varianti del coronavirus.

Eine Quelle

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.