I turisti russi hanno risposto alle domande su vaccinazioni e restrizioni durante la pandemia

0 0

I turisti russi hanno risposto a domande su vaccinazioni e restrizioni durante una pandemia

La maggior parte delle buone notizie della scorsa settimana sono arrivate dall'Ungheria, le analizzeremo sicuramente in dettaglio, ma prima, un nuovo sondaggio del servizio di pianificazione dei viaggi OneTwoTrip & ndash; cosa pensano i viaggiatori delle restrizioni pandemiche e delle vaccinazioni per i viaggi. Si è scoperto che il 40% è pronto a farsi vaccinare per andare all'estero e il 18% – ndash; per viaggiare in tutto il paese.

Dei paesi a disposizione dei turisti russi, la Turchia è la destinazione più attraente. Il 19% ha risposto così. Inoltre, il 14% degli intervistati considera Grecia, Cipro & ndash; 6, 5%, Montenegro – 5%, e gli Emirati Arabi Uniti e l'Albania & ndash; 4, 5% ciascuno. Per il 3,9% dei russi ha dichiarato di voler visitare le Maldive o l'Egitto, e il 3,5% – ndash; Messico. Cuba e Croazia & ndash; 2,9% ciascuno. Inoltre, il 2% ha menzionato la Georgia e l'1,5% – ndash; Marocco.

È interessante notare che il 17% degli intervistati ha indicato paesi che non sono ancora accessibili ai russi come parte dei viaggi turistici, & ndash; tra questi i più popolari sono stati Italia, Repubblica Ceca e Francia.

La maggior parte degli intervistati, ovvero il 91%, ha ammesso di non essere pronta a trascorrere parte delle proprie vacanze in autoisolamento, né in Russia né all'estero. Per motivi di vacanza in patria, l'82% degli intervistati non vuole essere vaccinato, e se è previsto un volo all'estero, il numero di coloro che non sono d'accordo si riduce al 60%. Il test PCR è indesiderabile per il 71% dei turisti che viaggiano in Russia e per il 58% & ndash; se la vacanza è all'estero.

A proposito di Ungheria

Dal 27 luglio il Paese ha aperto la frontiera solo per russi vaccinati e guariti con l'apposito certificato. Inoltre, chiunque arrivi nel Paese deve ottenere un permesso di viaggio online. E, naturalmente, hai bisogno di un visto Schengen. Le domande di visto possono essere presentate presso i VFS Global Visa Application Centers dal 2 agosto, previo appuntamento. Oltre ai consueti documenti giustificativi, le domande devono essere accompagnate da un certificato di vaccinazione dal portale dei servizi pubblici.

L'Ungheria è sempre stata posizionata come una destinazione europea economica, da non perdere. Bagni di Budapest (piscine termali) e Lago Balaton (trattamenti termali). È grazie alle numerose sorgenti minerali calde che Budapest è l'unica capitale dello stato europeo – ndash; resort.

Riprendono i voli diretti con l'Ungheria, vola Aeroflot e Wizz Air. Considerando che Wizz Air & ndash; questa è una compagnia aerea low cost, puoi anche guardare la direzione in termini di transito per aprire l'Europa. Sottolineiamo, ufficialmente aperto, noi & ndash; una pubblicazione rispettosa della legge e non parleremo di altre opzioni per viaggiare in Schengen qui.

Sulla Croazia

Il suo primo viaggio all'estero “ AN-Tourism '' organizzato per la Croazia. Date le circostanze attuali, la profondità della prenotazione era di un giorno. Venerdì abbiamo superato le prove, sabato mattina abbiamo avuto l'esito, prenotato il volo e l'alloggio. Aeroflot, S7 e Ural Airlines volano in Croazia. Aeroflot a causa del pandemonio di Sheremetyevo, sono stati esclusi, tranne che domenica S7 aveva un volo da Domodedovo a Pola, era necessario tornare venerdì, quindi si è scoperto “ Uraltsy '' da Pola a Zhukovsky.

Pola si trova sulla costa occidentale della penisola istriana nel mare Adriatico. Dal punto di vista del relax, l'Istria & ndash; questi sono bei paesaggi, magnifiche spiagge in baie accoglienti e vecchi bei borghi in stile veneziano. Abbiamo deciso di coprire tutto questo in meno di 5 giorni, abbronzati sulle migliori spiagge della località turistica di Verudela, siamo andati a Rovigno, una piccola “Venezia croata'', una delle più “fotogeniche''. città del Mediterraneo, e si aggirava per Pola, nella quale, tra l'altro, è molto ben conservato l'antico anfiteatro romano, uno dei sei più grandi colossei dell'Impero Romano.

Nella coda del check-in S7, diversi dipendenti controllano in anticipo che i passeggeri abbiano i documenti necessari per l'ingresso, tuttavia, hanno solo guardato il nostro visto e chiesto la disponibilità di un test PCR. Di conseguenza, & ndash; adesivo passaporto, senza il quale non è possibile effettuare il check-in per un volo. Sull'aereo hanno compilato un altro modulo raccolto dagli assistenti di volo. Ma a Pola, noi stessi abbiamo immediatamente inviato tutti i documenti necessari insieme ai nostri passaporti alla guardia di frontiera. La guardia di frontiera ha guardato oltre al passaporto:

& ndash; certificato di annuncio & ndash; il modulo ricevuto a seguito della compilazione del modulo sul sito web entercroatia.mup.hr, dove vengono caricate tutte le informazioni di contatto e, nel nostro caso, il test PCR;

& ndash; test PCR separato in inglese;

& ndash; prenotazioni di alloggi su Booking.com, e un hotel era prepagato e l'altro -; no, pagamento in loco.

L'assicurazione medica e i biglietti di andata e ritorno non gli interessavano, tornò senza guardare.

Eravamo a Zhukovsky per la prima volta, due cose mi hanno sorpreso. Il primo & ndash; il rappresentante di Rospotrebnadzor ha raccolto questionari cartacei per coloro che arrivano nella cabina dell'aereo, sul codice QR di un modulo simile sul sito Web dei servizi statali, che abbiamo compilato, come previsto, nessuno ha nemmeno accennato. Il secondo & ndash; tutti quelli che passavano per il corridoio verde della dogana erano costretti a far rotolare i bagagli attraverso uno scanner. Eccezione & ndash; passeggeri con bambini piccoli. Alla nostra domanda: “ E, in effetti, perché? '' venne la risposta: “ E, in effetti, perché. '' Potrebbero essere annoiati lì.

Non ci sono stati problemi a caricare i risultati dei test al ritorno.

Trucchi di vita in Istria

< p>Se non vuoi preoccuparti troppo dei contanti croati, kunami, quindi tassisti e skipper di barche, venditori del mercato e così via possono accettare pagamenti e dare il resto in euro, non hanno chiesto dollari.

Con l'importo totale degli acquisti nel negozio superiore a 740 kune (circa 100 euro), puoi chiedere di emettere un assegno Tax Free, ma a Pola, ad esempio, non abbiamo osservato i cartelli Tax Free né all'ingresso né al alla cassa, anche in boutique decenti. Max Mara ha dovuto chiedere, solo dopo ci hanno rilasciato un modulo di reso.

Uber in Istria è nei guai. Bene, i problemi sono iniziati in Russia, quando, durante il tentativo di controllare e aprire Uber.com, l'applicazione ha chiesto di essere aggiornata, e nemmeno a Uber.ru ma a & hellip; Yandex Go. Ecco perché abbiamo bisogno di Yandex Go in the Pool? Pertanto, non abbiamo aggiornato nulla, ma abbiamo aperto Uber.com all'arrivo, ma ci sono sempre poche auto, anche nel segmento premium, di conseguenza, su 5 viaggi, solo due si sono rivelati su UberX.

Vnukovo & ndash; il miglior aeroporto di Mosca!

Siamo rimasti sorpresi nel leggere sui media che “l'aeroporto di Vnukovo ha seguito l'esempio di Sheremetyevo e ha restituito le sale fumatori”. Questo non è vero. Sheremetyevo non ha restituito tutti i vecchi e lussuosi 14 fumatori nelle aree comuni, ma ha legalizzato diverse sale fumatori esistenti in alcune sale d'affari durante il periodo del divieto. Sì, e legalizzato solo per metà, abbiamo già parlato della sala fumatori nella sala degli affari di Kandinsky. con il nome unico S..king room e bicchieri da birra in plastica unici come posacenere. E questo è tutto, ripetiamo, & ndash; nella sala d'affari! Vergogna, e niente di più.

Perciò Vnukovo & ndash; l'unico aeroporto nella regione di Mosca dove ci sono sale fumatori per passeggeri ordinari. E anche per quelli difficili c'è & ndash; una sala fumatori per i passeggeri internazionali si trova nell'Art Lounge del Terminal A.

Sheremetyevo, a proposito, a gennaio ha promesso di restituire tutte le sale fumatori entro l'estate. L'estate sta finendo, ma non ci sono ancora fumatori. E a Domodedovo, anche nelle business lounge, non ci sono fumatori e, a quanto pare, non li restituiranno. In precedenza, ogni terminal di Domodedovo aveva una grande sala fumatori, poi sono stati trasformati in camerette per bambini, nelle quali non abbiamo mai visto bambini in tutti questi anni. Ma per tornare alle sale fumatori & ndash; non è un obbligo, ma un diritto dell'aeroporto. Domodedovo, Sheremetyevo e Zhukovsky sono apparentemente soddisfatti di fumare nei loro bagni.

E leggi il rapporto sui test sui fumatori a Vnukovo nel seminterrato di questa pagina.

Invito alla partnership & ndash; snn@argumenti.ru

Positive Telegraph

Bulgaria. & nbsp; condizioni per l'ingresso di turisti russi nel paese. Ora i russi vaccinati non dovranno fare un test PCR. Le modifiche sono entrate in vigore il 29 luglio e rimarranno in vigore fino alla fine di agosto.

Ural Airlines. & Nbsp; La compagnia aerea ha effettuato il primo volo in assoluto da Ekaterinburg all'Albania. Volo Ekaterinburg & ndash; Tirana – Ekaterinburg viene eseguita una volta alla settimana il mercoledì. Le regole per entrare in Albania per i russi sono le più semplici possibili: nessun visto, nessun test PCR, nessun certificato di vaccinazione o precedente malattia.

Smoky cambiamenti

Uno degli autori di AN-Tourism, un fumatore, è volato dall'aeroporto di Vnukovo a Volgograd esattamente la mattina successiva dopo che la notizia della tanto attesa apertura dei fumatori è apparsa ufficialmente sui media. Inoltre, è volato fuori dal cancello 17 “A” e uno dei fumatori, a giudicare dal messaggio, avrebbe dovuto trovarsi al cancello 17.

Ma, data l'attuale situazione a Sheremetyevo, l'autore di queste righe, come disse l'eroe della famosa commedia sovietica, era “ tormentato da vaghi dubbi.'' Dopotutto, sai cosa dire & ndash; uno, ma com'è davvero? Ho esperienza. E, ahimè, negativo.

Di solito negli ultimi anni, quando si parte per un viaggio, indipendentemente dalla durata del volo, il rappresentante di AN-Tourism fumato tre sigarette prima dell'ultima entrata. Per così dire, per uso futuro. Questa volta ho deciso di rischiare e ne ho fumata una e mezza. E fece un passo verso l'ignoto. Dopo aver passato tutto il necessario al controllo, sono andato alla ricerca del cancello e lì, se necessario, quindi estinguere la mia cattiva abitudine.

La sala fumatori si trovava in disparte rispetto ai cancelli. Per coloro che hanno volato da Vnukovo, spiegherò, era a destra nell'angolo, sul lato dove si trovano tutti i tipi di ristoranti, ma a circa 100 metri da loro. Non te ne accorgerai subito. Di dimensioni molto ridotte. Per un'abitudine di vecchia data, ma quasi dimenticata, si è spostato verso la porta, ma è stato fermato da un uomo, che ha spiegato che stava aspettando il suo turno. Non c'era nessuno oltre a lui. Ho dovuto aspettare circa cinque minuti. Ci sono davvero due cabine separate da un tramezzo all'interno. Come riportato, a causa della situazione epidemiologica, possono entrare solo due persone, e la distanza tra loro è rispettata. Naturalmente, se una persona è impaziente e non vola da sola, in ciascuna delle cabine, se lo si desidera, si adatteranno due persone. Ma non ce n'era bisogno.

Quando ho lasciato la sala fumatori, c'erano quattro persone in fila. Beh, almeno così. Sono iniziati i guai giù e fuori! E infine, un'altra cosa. In nessun caso esorto i lettori ad avere questa cattiva abitudine. Ma il comfort in un luogo come un aeroporto dovrebbe essere per qualsiasi cittadino. E a proposito, alla fine ho fumato altrettante sigarette, senza disturbare nessuno e senza creare problemi. E volò via con uno stato d'animo diverso.

Eine Quelle

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.