Il presentatore televisivo Oscar Kuchera ha detto che non si considera un antivaccino e non andrà nella “zona rossa” della clinica covid

0 0

Il presentatore televisivo Oscar Kuchera ha commentato la lettera aperta a lui indirizzata dai primari medici con un invito visitare la 'zona rossa'; cliniche per vedere quanto fa paura il covid.

In un'intervista alla radio Moscow Says, Kuchera ha affermato di non essere un antivaccino, ma si oppone solo alla vaccinazione obbligatoria.

“ Sto combattendo solo un & mdash ; non forzare nessuno. Spiegare, portare, assumersi la responsabilità. Una strana lettera In questa lettera sono invitato alla “zona rossa” pazienti con covid. Cioè, queste persone per qualche motivo hanno deciso che nego la malattia. In nessun caso. Potrei, se ne avessi l'opportunità, invitare & nbsp; nelle “ zone rosse '' pazienti con tubercolosi, polmonite, malati di cancro. Anche loro muoiono. Tuttavia, non sono obbligato a vaccinare contro queste malattie e ci sono molte più morti per loro. Perché le persone mi hanno invitato nella “zona rossa” pazienti covid? So benissimo che esistono pazienti del genere. Ci sono persone che muoiono, probabilmente un gran numero di loro.''

Secondo l'ospite, non ha dissuaso sua madre quando ha deciso di vaccinarsi. Ma lui stesso non sarà vaccinato. “ Non sono un antivaccino. Sono per la libertà di scegliere le azioni con il mio corpo. Se costringi tutti senza eccezioni, prenditi la responsabilità. Ma non vuoi assumerti la responsabilità, hai deciso di pagare 30 mila rubli alla mia famiglia se muoio per la tua vaccinazione. Se mia madre voleva essere vaccinata, rispetto la sua scelta, è andata e ha messo radici.''

In precedenza, i medici di 11 cliniche russe hanno scritto una lettera aperta agli oppositori della vaccinazione. Hanno invitato le persone pubbliche – anti-Asse a venire nei reparti covid degli ospedali. & Nbsp;

Eine Quelle

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.