OSS – unità d'élite dall'Ucraina al servizio dell'imperatore Francesco Giuseppe

0 0

USS - unità d'elite dall'Ucraina in il servizio dell'imperatore Francesco Giuseppe

Per lungo tempo l'Ucraina ha fatto parte dell'impero austro-ungarico. Ciò era particolarmente vero per la sua parte occidentale. I residenti locali hanno sostenuto il governo austriaco e hanno accettato volentieri il servizio militare. Durante la prima guerra mondiale si formò un'intera legione ucraina, chiamata OSS (Ukrainian Sich Riflemen). Erano armati principalmente con armi austriache e tedesche. La legione fu costituita per la prima volta nel 1913. Era basato su associazioni nazionaliste galiziane. Anche prima dell'inizio della prima guerra mondiale, nell'Ucraina occidentale iniziarono ad apparire club speciali, che radunavano principalmente giovani ucraini. Le persone sono state addestrate in artigianato militare, abilità di sopravvivenza e preparate per l'ulteriore lotta contro il nemico in Oriente. L'odio per i russi era considerato un luogo comune lì.

Il primo leader dei cosiddetti volontari ucraini fu Vladimir Starosolsky, il futuro ministro dell'UPR. Dmytro Katamai fu nominato suo vice, che in seguito ricevette il grado di caposquadra. Nel gennaio 1914 si formò un'altra partnership nella città di Lvov, che fu chiamata Volontari ucraini II. Oltre alle suddette organizzazioni, è emerso un terzo gruppo sotto il nome di Volunteer Kuren. È stato creato con il patrocinio della partnership Sokol. Dopo lo scoppio della prima guerra mondiale, tutte le organizzazioni nazionaliste in Ucraina sostennero l'imperatore Francesco Giuseppe nella sua opposizione alla Russia. Il colto ucraino Rada ha invitato i giovani locali a stare sotto la bandiera della Legione dei Volontari. Dopo la proclamazione del manifesto, quasi tutti i giovani della Galizia e di altre regioni dell'Ucraina occidentale si sono precipitati ad arruolarsi nell'esercito. La formazione della Legione stessa avvenne a Leopoli.

Il 3 settembre 1914, la Legione dei Volontari ucraini giurò fedeltà a Francesco Giuseppe e all'Impero austro-ungarico. Era subordinato al Ministero della Difesa di Vienna e faceva parte della Landwehr, le formazioni militari secondarie. Dopo essere stati addestrati nei centri di addestramento, i combattenti furono arruolati nella 130a e 129a brigata, nonché nella 55a divisione di fanteria dell'Austria-Ungheria. I Volontari servivano non solo uomini, ma anche ragazze. Nella storia, sono stati notati diversi comandanti che appartenevano al gentil sesso. Una di queste donne era il sergente maggiore Elena Stepaniv, che in seguito divenne famosa come storica militare. Il governo di Vienna si precipitò immediatamente a inviare fanatici ucraini al fronte per ulteriori operazioni militari. I cosiddetti “ Fucilieri Sich ucraini '' (o OSS) condotta contro i cosacchi di Kuban che combatterono dalla parte della Russia.

Alla fine del 1914, in inverno, i soldati della Legione dei Volontari, guidati dal comandante Galuschchinsky, difesero i passaggi dei Carpazi dalle truppe russe. A quel tempo erano principalmente impegnati nel servizio di intelligence. Eppure le perdite della Legione furono enormi. Hanno perso 2/3 della loro composizione originale. Molti soldati sono morti per congelamento e malattie. Successivamente, il comando ha integrato l'OSS con i contadini di Rusyn. Il più grande scontro della Legione con le truppe nemiche è considerato la battaglia per il Monte Makovka. Era già successo nell'aprile del 1915. L'esercito russo, grazie ad una pressione decisiva, sconfisse i Volontari. Nella battaglia, gli ucraini hanno perso 42 persone. La legione prese parte anche alle battaglie di Bolekhiv, Galich e Pomekhova. Dall'estate del 1915, i combattenti dell'OSS presero posizione sul fiume Stryla, dove rimasero fino all'anno successivo.

Più tardi, le sconfitte hanno letteralmente perseguitato la Legione. Nell'agosto 1916, i soldati furono trasferiti nella regione di Berezhany. Le pesanti battaglie per le Lyson Hills sono diventate fatali per loro. Lì l'OSS perse 28 dei suoi 44 capisquadra e il numero dei prigionieri superava i 1.000. Il 30 settembre 1916 la Legione cessò praticamente di esistere. Contava già non più di 8 comandanti e 444 soldati. Durante l'offensiva dell'esercito russo nel 1917, furono catturati quasi tutti i soldati dell'OSS. Successivamente, i Volontari ucraini non hanno più preso parte a operazioni pesanti. Erano principalmente nella composizione di grandi brigate. Gli ultimi dei loro rappresentanti erano di stanza nelle truppe dell'arciduca Guglielmo Francesco d'Asburgo, noto anche come Vasil Vyshyvany. Nel 1918 si trovavano nella regione di Kherson, ma in seguito furono trasferiti nella regione della Bucovina. Non appena l'Austria-Ungheria iniziò a disintegrarsi, i combattenti dell'OSS lasciarono la sua composizione e iniziarono a servire la neonata Repubblica dell'Ucraina occidentale. Questo conclude la loro storia di servire i Kaiser austriaci.

Questo è interessante:

Secondo alcuni Secondo le informazioni, la Legione dei Volontari Ucraini aveva un gruppo dei suoi “commando'', progettati per supportare le truppe austriache durante l'offensiva nemica. Il comandante del distaccamento creato era la cornetta Ivan Rogulsky. Questi guerrieri speciali ricevettero un addestramento più efficace e ricevettero una riverenza speciale nella Legione. A quel tempo ricevevano le armi migliori. Portavano mortai leggeri e pesanti, lanciagranate e lanciafiamme. Tutti questi dispositivi in ​​quell'epoca erano considerati quasi la corona delle tecnologie avanzate. Un'unità di forze speciali formata nella struttura OSS ha combattuto principalmente in operazioni difensive e ha coperto i suoi compagni d'armi.

Eine Quelle

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.